09 PM | 02 Apr

domenica 7 aprile “la Pizzoccherata” alla Baita Alpini Monte Medale Lecco

un momento di incontro gay e lesbico

domenica 7 aprile ore 12,30 alla Baita Alpini di Rancio LA “PIZZOCCHERATA”
Anche quest’anno tornano i pranzi in compagnia di Renzo e Lucio per finanziare il carro con cui vorremmo partecipare al Pride.

Nella baita degli Alpini di Rancio, in via Quarto 2 a Lecco, l’appuntamento è  per domenica 7 aprile alle 12.30.

Il pranzo autogestito prevede: – Pizzoccheri – Costine e insalata
Come d’abitudine siete invitati a portare qualcosa  per antipasto o dolce da dividere con gli altri.
Quota di partecipazione 20 euro
Le adesioni si raccolgono entro giovedì 4 aprile ai numeri

333 9296428 Silvio

391 7359560 Michael

348 7767090 Mauro

Non potete mancare! Vi aspettiamo

Share
11 PM | 09 Apr

14 aprile : A cena con le stelle

una serata insieme

Eccoci con una nuova ed insolita iniziativa!
Sempre con lo scopo di finanziare la partecipazione di Renzo e Lucio al prossimo Pride milanese con un carro, vi invitiamo ad una cena particolare.
L’appuntamento è per sabato 14 aprile.
Ci recheremo presso il Rifugio Disolin all’Alpe di Paglio (a circa 50 minuti d’auto da Lecco ).
Qui ceneremo con carne e polenta, e successivamente ci sposteremo a piedi un pò più sopra il rifugio per osservare il cielo stellato con dei telescopi, coadiuvati da due nostre amiche astrofile.

Menu della serata
Antipasto
Puntine e salsiccia al forno
Polenta taragna
Coperto, acqua, vino (1l ogni 4 persone) e caffè compresi
Prezzo a persona 25 euro

(Tutto ciò che non è espressamente indicato in questo menu sarà da pagarsi a parte)
Il menù è adatto anche per chi ha problemi di celiachia.

Ritrovo alle ore 19 a Lecco al parcheggio dei sindacati in via Besonda per salire insieme con le auto.
Oppure direttamente al rifugio alle ore 20.15.

N.B. Per l’osservazione coi telescopi consigliabili scarpe comode per la breve camminata e abbigliamento pesante (con sciarpa, guanti , giacca e berretto) dato che saremo di notte a oltre 1000m di altitudine.

IN CASO DI CATTIVO TEMPO O DI CIELO COPERTO L’EVENTO RESTA CONFERMATO.
Si farà solo la cena senza l’osservazione del cielo coi telescopi.

Iscrizioni entro giovedì 12 aprile a
Silvio 3339296428 (se spento lasciare messaggio)
Mauro 3487767090
Michael 3917359560

Vi aspettiamo!!!

Share
12 PM | 30 Mar

Avere un figlio gay. Cosa fare ?

mio figlio è gay

Giovedi 6 aprile alle ore 21 nell’aula magna della scuola media via Redaelli 18/a nel Comune Olginate si svolgerà il secondo incontro sulle tematiche legate all’omosessualità. Una serie di incontri pubblici proposti dall’associazione Renzo e Lucio di Lecco con il patrocinio del Comune di Olginate. Il tema proposto riguarda la famiglia. Attraverso la proiezione del film “Due volte genitori” del regista Claudio Cipelletti, si cercherà di documentare cosa avviene all’interno di una famiglia quando il ragazzo dichiara di essere gay o la ragazza di essere lesbica. Alcune domande che i genitori si pongono sono le seguenti:

Avere un figlio, cosa fare?

Come capire se un figlio è gay?

Come ci si trova ad essere genitori di un figlio gay?

Come reagiscono le famiglie, c’è ostilità o comprensione?

Cosa pensano un padre o una madre quando il proprio figlio pensa di essere gay ?

avere un figlio gay. Mio figlio è gay.

Genitori di omosessuali, comprendere ed accettare. Agedo.

Avere un figlio gay. Ne parliamo ad Olginate

Mauro Pirovano dell’associazione Renzo e Lucio dichiara: “negli ultimi anni spesso fra i ragazzi giovani che scoprono la loro omosessualità è forte ed impellente il desiderio di raccontarsi all’interno della famiglia, ed è cosa molto positiva. Anni fa la famiglia era spesso l’ultima ad essere coinvolta nel percorso del coming out perché il pregiudizio era ancora forte ed il timore di essere abbandonati dalla famiglia ancora predominante. Oggi i ragazzi e le ragazze giovani percepiscono un clima più positivo e vogliono affrontare il tema con i propri genitori perché non sopportano il silenzio o la menzogna sulla loro identità.” Di fronte alla scoperta di avere un figlio gay si sprigionano nei genitori tanti dubbi, paure e domande a cui spesso non sanno rispondere, nonostante non abbiano sulla tematica rilevanti chiusure culturali. Prosegue Mauro Pirovano “spesso i genitori non si aspettano questa novità e devono fare un percorso intenso per arrivare all’accettazione serena. Il problema principale è che la società non aiuta a  fare questo percorso ed i genitori sono impreparati e spesso soli anche perché non è facile per loro raccontare e confrontarsi”. Alla serata di Giovedi 6 aprile alle ore 21 ad Olginate  sarà presente il regista del film. Inoltre, porteranno la loro testimonianza Ileana e Cornelio, due genitori di Agedo, l’associazione che si è costituita fra i genitori delle persone omosessuali, per creare uno spazio di aiuto e per condividere i diversi percorsi. Davide D’occhio, assessore alla cultura del comune di Olginate, afferma: “Il percorso iniziato con l’associazione Renzo e Lucio GLBT parte dalla precisa volontà dell’amministrazione di attenzionare I temi che ruotano attorno ai diritti civili, che, declinati al plurale, grazie alla Cirinnà oggi trovano una parziale cittadinanza (sempre perfettibile) nel nostro ordinamento. Parlarne in un piccolo centro vuol dire provare a uscire da un approccio tradizionale che rischia troppo spesso di sdrucciolare in preconcetti tipici di un provincialismo ben radicato.” L’incontro con la proiezione del film sarà nell’aula magna della scuola media G. Carducci in via Redaelli 16/A ad Olginate. Il terzo incontro sarà nel mese di aprile e tratterà il tema “omosessualità e religione”.

Share