06 PM | 02 Mar

La Corte d’appello di Trento dice sì alla maternità surrogata per due papà.

GPA per due uomini

La Corte d’Appello di Trento si è espressa con una sentenza importante che riconosce il diritto di un minore alla continuità famigliare anche all’ interno di una famiglia i cui genitori sono due uomini. Nello specifico si tratta di due gemelli nati con una gestazione per altri, quella che alcuni continuano a denigrarla come “utero in affitto“. Il tribunale di Trento ha riconosciuto di efficacia giuridica il provvedimento di uno stato estero che stabilisce la sussistenza del legame genitoriale. Una pronuncia importante perché è la prima volta che viene applicata la trascrizione dell’atto di nascita straniero recante l’indicazione di due genitori dello stesso sesso.

Tribunale di Trento: cosa dice la sentenza sulla maternità surrogata.

La sentenza della Corte d’Appello di Trento pone l’accento sull’ importanza, nel rispetto dei diritti fondamentali dell’uomo ed in questo caso del minore, alla continuità dello status filiationis nei confronti di entrambi i genitori. La continuità dello stato di figlio, anche all’interno di un progetto di genitorialità condivisa come avviene nella gestazione per altri, se venisse meno, non solo creerebbe un grave pregiudizio per i minori ma priverebbe i loro genitori di un elemento fondamentale della loro identità famigliare.

Elemento fondamentale della decisione della Corte di Appello di Trento riguarda il fatto che viene scardinata l’impostazione che vede, come elemento determinante ed esclusivo per la costituzione dello stato giuridico di figlio, l’elemento genetico e biologico. La volontà di cura e l’assunzione di responsabilità prevalgono sul legame biologico.

Come sottolinea Angelo Schillaci, ricercatore dell’Università della sapienza su un editoriale del sito  http://www.articolo29.it/,

“Dalla Corte d’Appello di Trento giunge così una significativa conferma – per la prima volta a proposito di una famiglia omogenitoriale con due padri, e sempre mettendo al centro la salvaguardia dell’interesse del minore – che madri e padri si diventa non soltanto grazie al corpo, o ai geni ma anche e soprattutto grazie all’ intenzione, dunque al desiderio che sappia tradursi in consapevole assunzione di responsabilità.”

gestazione per altri italia corte d appello trento maternità surrogata

La sentenza della Corte di Appello di Trento su i figli di uno coppia gay.

Share

Write a Reply or Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*